Il sorriso perfetto dei VIP ha un segreto: Dott. Gianpaolo Cannizzo

Il sorriso perfetto dei VIP ha un segreto: Dott. Gianpaolo Cannizzo

Dentista Estetico di riferimento delle maggiori celebrità nazionali ed internazionali, il Dr. Gianpaolo Cannizzo fa della sua professione una continua ed entusiasmante ricerca e affinamento della tecnica delle sue Faccette Dentali estetiche in ceramica per risultati sempre più impeccabili e naturali. Denti bellissimi, bianchi, perfetti. è il sogno di tanti. Forse di tutti.

Impegnato attivamente nelle sue due cliniche di Milano e Torino, viene definito dai media il Guru dell’Estetica Dentale in Italia, sempre in continuo aggiornamento e perfezionamento. Non sarà un caso che il suo primo temino alla prima elementare invocasse il desiderio di fare da grande il dentista!

Ha iniziato da subito a dedicarsi con passione alla disciplina dell’estetica dentale incontrando e stringendo solidi rapporti con i maggiori esperti mondiali di questo settore.

Si dice che lei abbia importato dall’America le sue raffinate tecniche…

L’America è la patria dell’estetica dentale e ho avuto maestri davvero splendidi che sono diventati grandi amici e che mi hanno trasmesso la passione per questa specialità odontoiatrica. Ho fatto un grande lavoro per creare una mia filosofia e codificare il «gusto italiano». In effetti, il mood americano, in fatto di estetica dentale, andava riadattato per l’Italia. Oggi potrei definirmi un esteta «made in Italy».

Ci spieghi…

In America il concetto di «sorriso ideale» è molto differente da quello Italiano. In tutti questi anni ho dovuto prendere tutto il buono e trasformarlo in meglio creando su misura un mio esclusivo metodo che ho chiamato Dentalarte e che riscuote un enorme successo ormai a livello internazionale.

Gli americani tendono al finto e, per loro, più finto è, meglio è. Invece, in Italia non è così. La mia sfida è quella di riprodurre ciò che la natura crea esaltandone ancora di più l’enfasi per ottenere un sorriso sempre naturalissimo ed eccezionalmente trans-lucente e vivo.

Dentalarte è la sua tecnica ?

È una tecnica affinata nel tempo che prevede l’utilizzo di particolari faccette dentali estetiche in ceramica di mia concezione che garantiscono un risultato naturale e straordinario. Gusci ultra-sottili di ceramica, che sono cementate in maniera definitiva sulla parte anteriore dei denti. Questa procedura è la scelta ideale per migliorare l’aspetto dei denti frontali.

Perché tantissimi personaggi famosi scelgono proprio le sue faccette per ottenere un sorriso perfetto?

Sono molto soddisfatto dei risultati che sto ottenendo, sempre migliori e performanti. Ormai ho tanti pazienti che raggiungono le mie cliniche di Milano e Torino con alte pretese di risultati d’eccellenza. Attori, attrici, cantanti, Vip, ma anche persone normali che desiderano il massimo dell’estetica. Nel 2002 ho introdotto in Italia il concetto del Dentista Estetico che in altri Paesi (soprattutto in Brasile) esiste da sempre.

Ancora oggi, in Italia, non esistono dentisti che come me si dedicano attraverso ricerca e metodo a questa affascinante e richiestissima disciplina dentale. Le faccette (se vengono eseguite correttamente e con gusto) hanno solo vantaggi. Esse forniscono un approccio conservativo (le limature sono ridotte al minimo e solo sulla superficie esterna) riuscendo a modificare e migliorare il colore, la forma, la tessitura, la qualità, la dimensione, l’armonia anche di un’intera arcata di denti (ma anche di uno solo o più denti).

Quali sono le indicazioni per le sue faccette?

Le faccette in ceramica sono indicate per mascherare discromie, difetti di affollamento, per illuminare i denti e migliorare un sorriso. Le mie faccette in ceramica possono mascherare i difetti indesiderati, come denti macchiati da tetraciclina e danni a causa di una cura fatta male o come conseguenza di una procedura di

devitalizzazione con comparsa di dente/denti inscuriti. Sono inoltre ideali per mascherare, alla perfezione, otturazioni scolorite su denti anteriori. I pazienti con spazi tra i denti anteriori (diastemi) o che presentano denti scheggiati/usurati, prendono in seria considerazione le faccette che, in generale, durano per tutta la vita e la mia tecnica ha mostrato, negli anni, notevole affidabilità se correttamente eseguita in un ambiente iper attrezzato, altamente tecnologico con persone di comprovato talento e competenza.

Che cosa succede durante la procedura?

In genere i miei pazienti necessitano fino a tre appuntamenti per l’intera procedura: diagnosi e scrupolosa pianificazione, preparazione, la presa dell’impronta e la consegna. È fondamentale per me prendere un ruolo

attivo nella progettazione di tutta la procedura. Trascorro tantissime ore per la pianificazione del sorriso di ogni mio singolo paziente e studio tutto nei minimi dettagli comunicando sempre, laddove sia necessario, le limitazioni correttive del procedimento nei singoli casi. Credo nell’attenta comunicazione con i miei pazienti

(per lo più di sesso femminile) e spesso ci si incontra più volte per essere sicuro di comprendere a fondo gli obiettivi di ogni persona. Nulla è lasciato al caso per quanto mi riguarda.

La sua richiestissima tecnica in cosa consiste tecnicamente? Credo che tanti vogliono sapere di più…

Per preparare gli elementi dentali alle mie faccette in ceramica, i denti vengono in genere preparati sulla loro superficie esterna seguendo delle sofisticate «guide » per ottenere il risultato previsto e concordato, già in partenza, con il singolo paziente. I denti sono leggermente limati (laddove è necessario per motivi di spazio)

per consentire il piccolo spessore aggiuntivo del rivestimento altamente estetico, limatura che, solitamente, si aggira tra mezzo millimetro e 1 millimetro di rimozione, il tutto estremamente senza dolore, utilizzando un classico anestetico locale.

Si procede con l’impronta definitiva che viene inviata ai laboratori CannizzoLAB per la realizzazione delle faccette definitive. Nel frattempo, circa una settimana, il paziente porterà delle faccette provvisorie. Quando le faccette in ceramica sono pronte e dopo il mio personale «controllo qualità», a una a una, appoggio ogni singola faccetta sui denti per verificare la loro forma e valutare col paziente tonalità, colore e capacità di mimesi con gli altri denti (per esempio, dell’arcata antagonista). Se la forma e la tonalità sono ideali per il paziente (nel 99% dei casi è subito soddisfatto), il colore delle faccette può essere ancora regolato con la tinta del cemento da utilizzare sotto. Per applicare le faccette, i denti vengono puliti adeguatamente con prodotti chimici specifici per ottenere un legame. Una volta che il cemento speciale di ultima generazione utilizzato secondo un mio protocollo particolare è inserito tra le faccette e i denti, un fascio di luce ultravioletto blu indurisce il cemento.

La manutenzione a casa? Particolari precauzioni?

Estremamente semplice. Nessun particolare accorgimento rispetto a prima. Le faccette sono rivestimenti iper estetici, singoli e si potrà passare tranquillamente il filo tra di esse. Regole generali comuni per i denti: spazzolino e filo interdentale tutti i giorni. E magari qualche pulizia professionale dal dentista ogni anno.

Quali sono le aspettative realistiche della sua tecnica?

Le mie faccette in ceramica Dentalarte sono nate per essere il più possibile simili a ciò che natura crea; quindi tanta naturalità e poco aspetto finto. Ecco perché ci vuole molta esperienza, metodi e strumentazioni

altamente sofisticati per raggiungere certi risultati di eccellenza. Questa procedura migliora notevolmente l’espressività del viso e aumenta, sempre, l’autostima dei miei pazienti.

Progetti per il futuro?

Sto lavorando per un format televisivo sull’estetica dentale ma non posso aggiungere altro…



media